mercoledì, 22 Novembre 2017

Istituita l’ agenzia UE per la sicurezza delle reti e dell’informazione

Scritto da  il 25 Marzo 2004

Il Parlamento ed il Consiglio dell' Unione Europea con Regolamento 460/2004 hanno sancito la nascita dell' Agenzia per la sicurezza delle reti e dell'informazione. Il nuovo organismo nasce dalla necessita di arginare il problema della vulnerabilità dei computer e dei sistemi di comunicazione, le cui violazioni crescono giorno dopo giorno, arrecando danni economici, minando la fiducia degli utenti e danneggiando lo sviluppo del commercio elettronico.

L' Agenzia si pone come organismo della Comunità, dotato di personalità giuridica e ampia capacità giuridica riconosciuta nei singoli Stati membri dalla rispettiva normativa.

I principali obiettivi riguardano la prevenzione dei problemi di sicurezza, oltre che l'assistenza e la consulenza in materia agli Stati membri. Più precisamente la nuova Agenzia svolgerà i seguenti compiti: raccolta delle informazioni per l'analisi dei rischi; miglioramento della coordinazione e cooperazione tra i diversi soggetti che operano in tale settore; aggiornare l'utenza sui temi connessi alla sicurezza delle reti e dell'informazione; collaborazione con le industrie tecnologiche per la produzione di prodotti hardware e software maggiormente sicuri; completamento  della normativa in materia; cooperazione con i paesi terzi al fine di tutelare l'utenza comunitaria; formulazione in modo indipendente di orientamenti e conclusioni. A tali fini il Regolamento definisce "sicurezza delle reti e dell'informazione" come "la capacità di una rete o di un sistema d'informazione di resistere, ad un determinato livello di riservatezza, ad eventi imprevisti o atti illeciti o dolosi che compromettano la disponibilità, l'autenticità, l'integrità e la riservatezza dei dati conservati o trasmessi e dei relativi servizi forniti o accessibili tramite tale rete o sistema".

L' Agenzia si compone di tre organi: il consiglio di amministrazione, il direttore esecutivo ed il gruppo permanente. Il primo è composto da un rappresentante per ogni Stato membro e da altri tre membri, nominati dal Consiglio in rappresentanza dei tre gruppi dell'industria tecnologica, dei consumatori, degli esperti universitari in materia.  Tale organo è responsabile dell'attività dell' Agenzia, definendone le linee generali ed essendo referente sulla coerenza dell'attività del nuovo organismo con gli obiettivi e i compiti dell' Unione Europea. Sarà il consiglio di amministrazione ad adottare, entro il 30 novembre di ogni anno, il programma di lavoro dell' Agenzia, come, entro il 31 marzo di ogni anno, a redigere la relazione sull'attività svolta. Per dirigerla, con incarico quinquennale, sarà nominato un direttore esecutivo che attuerà i programmi di lavoro e le decisioni del consiglio, svilupperà e manterrà i rapporti con le istituzioni comunitarie, con le industrie e con i consumatori, darà esecuzione al bilancio. Il terzo organo, il gruppo permanente di parti interessate, avrà il compito di assistere alle riunioni e di partecipare ai lavori. Tutti i componenti di ciascun organo dovranno dichiarare per iscritto l'assenza di interessi diretti o indiretti contrastanti con la loro indipendenza. Ciò perché l' Agenzia si propone di operare con un elevato tasso di trasparenza e nel rispetto della normativa in materia di riservatezza e di accesso ai documenti.

Il nuovo organismo è istituito ufficialmente il 14 marzo 2004, con durata quinquennale, con prima verifica il 17 marzo 2007, data in cui la Commissione valuterà il lavoro svolto e deciderà eventualmente di prorogare oltre la data oggi stabilita l'attività dell' Agenzia.

Letto 1631 volte Ultima modifica il 06 Luglio 2013

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.