sabato, 18 Novembre 2017

Il contratto in generale. La buona fede

Scritto da  il 07 Settembre 2004

Andrea D'angelo - Editore Giappichelli, 2004 - pg. 322

 

Come l'autore osserva nella introduzione al libro, "il processo di espansione del ricorso alla buona fede nella risoluzione delle controversie contrattuali (...) realizzato dalla giurisprudenza ne ha allargato i confini e si sono moltiplicate e tipologie di conflitti che sono state riguardate alla stregua di tale criterio".

Volume del Trattato di diritto privato diretto da Mario Bessone, come risulta dal suo indice la presente monografia esamina a fondo l'intera problematica dottrinale e applicativa del principio di buona fede.

INDICE

INTRODUZIONE

CAPITOLO I

CLAUSOLA GENERALE DI BUONA FEDE E INTEGRAZIONE

DEL CONTRATTO

1. Buona fede e disciplina dell'esecuzione del contratto

2. Inattendibilità delle definizioni di buona fede

3. Buona fede e clausole generali

4. La buona fede contrattuale nella tradizione continentale. La dottrina del diritto intermedio

5. (Segue). Dai giusnaturalisti alle codificazioni

6. La moderna problematica della buona fede contrattuale. Elementi di continuità e fattori di rottura della tradizione continentale

7. Buona fede e integrazione del regolamento contrattuale

8. Integrazione del contratto e lacune della convenzione. Rapporti e ordine tra le diverse fonti del regolamento

9. La buona fede nel sistema delle fonti del regolamento contrattuale

10. Buona fede e convenzione tra interpretazione e integrazione

11. Buona fede e figure giuridiche soggettive. Abuso del diritto, exceptio doli

CAPITOLO II

IL GIUDIZIO DI BUONA FEDE. CRITERI E RIMEDI

1. Il giudizio di buona fede nella risoluzione delle controversie contrattuali

2. I criteri di giudizio. Profili generali

3. Il controllo della Cassazione

4. Criteri di buona fede, valori metacontrattuali e valori del contratto. La deontologia contrattuale

5. Identificazione dei valori propri del contratto

6. Analisi dell'equilibrio contrattuale

7. Tipologie dei conflitti e ricerca dei criteri di buona fede

8. Conflitti di interesse attinenti all'esercizio di discrezionalità pattiziamente riservate

9. Condotte non cooperative od ostruzionistiche

10. Condotte altrimenti lesive di interessi dell'altro contraente e controllo di buona fede

11. Giudizio di buona fede circa la fondatezza di pretese

12. Considerazioni conclusive sui criteri di buona fede

13. I rimedi

14. Buona fede e adattamento del contratto

CAPITOLO III

BUONA FEDE E GIUSTIZIA CONTRATTUALE

1. Giustizia contrattuale

2. L'equilibrio contrattuale tra giustizia distributiva e commutativa

3. Apprezzamento di giustizia contrattuale indipendente da criteri economici

4. Criteri economici di valutazione dello scambio e sindacato giudiziario sull'equilibrio contrattuale. Criteri indipendenti dai dati di mercato

5. (Segue). Criteri fondati sui dati di mercato

6. Opportunità pratiche e ragioni di policy relative al controllo giudiziario sulla giustizia del contratto

7. Giustizia contrattuale, clausole e principî generali, «ambiente codicistico»

8. Equilibrio contrattuale e disciplina della rescissione

9. Giustizia contrattuale e disciplina dell'annullamento per incapacità naturale, dolo ed errore

10. Giustizia contrattuale e altre indicazioni codicistiche

11. Giustizia contrattuale e causa

12. Equilibrio contrattuale e rilevanza codicistica dell'equità nei contratti

13. Clausole generali, formule normative a contenuto indeterminato e sindacato giudiziario sull'equilibrio contrattuale

14. Clausola generale codicistica di buona fede ed equilibrio contrattuale

15. Inderogabilità dell'art. 1375 c.c. e potenzialità cogenti della buona fede

16. Buona fede, autonomia privata e precetti costituzionali

17. Buona fede contrattuale e autonomia: «al di là e contro» le pattuizioni

18. Buona fede e giudizio di validità delle pattuizioni

19. Equilibrio economico-normativo e giustizia contrattuale nel diritto comune dei contratti

CAPITOLO IV

BUONA FEDE E REGIMI EXTRACODICISTICI

1. Normative di regolazione del mercato. Informazione, trasparenza e regole del rapporto

2. Normative di regolazione del mercato e sindacato giudiziario sul contenuto dei contratti. I contratti dei consumatori e la buona fede

3. Sindacato giudiziario sull'equilibrio economico-normativo. L'abuso di dipendenza economica nei contratti tra imprese

4. Usura e squilibrio contrattuale

5. Giustizia contrattuale e buona fede nei Principi UNIDROIT e nei progetti di codificazione europea

6. Diritto comune dei contratti e nuovi modelli extracodicistici di controllo. I termini del problema

7. (Segue). Eterogeneità dei modelli e influenze sul diritto comune

CAPITOLO V

BUONA FEDE CONTRATTUALE E BUONA FEDE FORMATIVA

1. Rilevanza contrattuale della buona fede formativa: linee per una ricerca

2. Malafede precontrattuale e conclusione di un contratto valido e non rescindibile

3. Comportamenti negoziali speculativi ed equilibrio contrattuale: il problema della soglia di illiceità

4. I rimedi a comportamenti scorretti formativi di contratti validi e non rescindibili. Comunicazione tra buona fede precontrattuale e contrattuale

Letto 1516 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.